Alps Trans . Testo in italiano

Alps Trans . testo in italiano
Prima fase . Garda Desenzano , Verona .
Il giorno prima di partire il furgone pronto e caricato con tutte le attrezzature e le biciclette . Sei del mattino e ho prontamente raccolto davanti alla casa , abbiamo molti chilometri più avanti , noi siamo rilevante e guida con l’aria condizionata che non ottiene abbastanza fresco in da Garda Desenzano .
Arrivare alle cinque del pomeriggio per lasciare volteta Desenzano a cercare informazioni , lasciare il veicolo strategicamente vicino alla stazione , preparare gli strumenti e le sei di iniziare a pedalare.
Lascia Desenzano sulla riva del Lago di Garda, a Sirmione andiamo , lasciamo la moto , e abbiamo deciso di non andare lungo cammino e ci siamo diretti Pesquiera da Garda , tutto è pieno di turisti , atmosfera di vacanza . Da qui si comincia a lasciarsi alle spalle l’estate e abbiamo iniziato ad andare più veloce , e suoni di persone attraversano Lugagnano fino ad arrivare a Verona. Il viaggio non è stato facile , e Fast Track del tutto , erano una cinquantina di chilometri in meno di tre ore.
Abbiamo guidato alla stazione per trovare un alloggio , trovare tutto giusto , ma una ragazza molto amichevole consultato i alberghi fare per chiamare fino a trovare un buon hosting. Abbiamo soggiornato presso l’Hotel Portapalio , da James portafoglio , abbiamo inviato un buon posto , diamo spazio per riporre le biciclette e la sala . Dopo una doccia otteniamo una buona quantità di birra accompagnati da pizze che sono state leccarsi le dita.
E ‘stata una giornata molto intensa , ma tutto è andato secondo i piani che avevamo fatto , ci aspettavamo il letto per riposare e ricaricarsi per il giorno successivo con un buon sonno .

Second Stage , Part One . Verona – Innsbruck treno .
Oggi , la giornata non è iniziata molto bene , ci svegliamo a piovere , facciamo colazione , un buon pranzo , preparare l’ attrezzatura e non piove , perfetto , siamo in grado di andare alla stazione il treno parte alle 9:04 , il passaggio direttamente a Innsbruck in tre ore e mezza , andiamo agli uffici di Trenitalia e sorprendentemente si segnala che il treno era pieno di moto che sarà pieno per una settimana. Alla domanda su come molte moto in forma la sorpresa è che la persona che si prende cura di quattro persone ci dice che non siamo in grado di offrire qualsiasi soluzione o alternativa . Infine tiva tutto asciutto e Cerro ci dice che noi guardiamo con un altro operatore . Abbiamo lasciato stordito e incredulo dell’ufficio e diretti verso gli uffici della DB tedesca , la differenza si fa sentire quando vi è una giovane ragazza che noi cinque centesimi come tema fa subito , il treno deve contratto a lungo prima , e tutto il casino che abbiamo creato , e il treno stava andando . In un batter d’occhio la ragazza che abbiamo trovato una alternativa , verificare i dettagli con un collega veterano , anche molto cordiale , e abbiamo preparato alcune note in un altro treno che fotimer montare una bicicletta e se ne va dopo poco tempo . In questo modo la differenza per voi in una stazione e che dobbiamo cambiare treno per arrivare in Austria . La cosa buona è che andiamo al confine con Trenitalia . Guardate che asino è il Cerro tiva asciutto .
Are 9:25 , il treno inizia a muoversi e la cosa più importante è che siamo su. Ben presto siamo entrati in una valle circondata da grandi masse di roccia verticale di taglio , si vede molto alti e molti castelli in cima. Di seguito sono riportati valle dell’Adige , è molto grande e pieno d’acqua , attraversa una serie di tunnel come noi prendere quota . Alle 11.20 siamo arrivati ​​a Bolzano , abbiamo il trasferimento e le 12:00 abbiamo lasciato la stazione alle 13:20 arrivati ​​a Passo del Brennero , al confine con l’Austria e di nuovo a dove il trasferimento . Alle 13:28 la stazione ferroviaria , è incredibilmente tranquilla e di qualità indiscutibile , proseguiamo lungo la valle e si prosegue attraversando gallerie hanno vista le alte vette delle Alpi con neve e guardando intorno il paesaggio da finestra per arrivare a Innsbruck 14:10 .
Nonostante lasciando la stazione vediamo un fast food locale , otteniamo un buon hamburger con una buona dose di colla in un batter d’occhio e siamo pronti a pedalare . Tre e mezzo del pomeriggio e abbiamo oltre 70 chilometri avanti .

Seconda metà seconda fase . Garmisch- Innsbruck .
Uscendo dalla stazione di Innsbruck , con un cielo blu , attraversano la città e lasciare il fiume Inn , il pedale per un lungo tempo , fino a raggiungere la prima vera salita è molto giusto è un esempio di essere come guadagni di destra in tutto il viaggio . Ho guadagnato un sacco di altezza a pochi chilometri e contemplo i primi laghi sono incantati e la natura circostante , la vista sulle montagne circostanti sono mozzafiato . Abbiamo trovato molti villaggi , la gente fare il bagno nei laghi , tutto è molto verde e ci sono forti attraverso , ha trovato una casa con un timbro e prendere la strada per Santiago per celebrare l’ etichetta .
Lasciate Austria in Germania su strada e ci stiamo godendo la corsa fino a quando siamo arrivati ​​a Elmau . A questo punto abbiamo attraversato la pista annunciando una diapositiva , continuiamo giù la moto non è che non possiamo corsa , la pista non andare in discesa veloce e l’altro , il fiume è molto selvaggio , si pettine di hanno avuto Rierada valanghe . Finalmente abbiamo scoperto che il fiume ha preso parte della montagna attraverso il quale la strada e dobbiamo spendere come si monta sopra la legge.
Nel frattempo si stava facendo tardi , abbiamo lasciato un sacco , il fiume è roccioso , cambiammo la valle e abbiamo deciso di trovare un alloggio , mentre si sale , i chilometri passano e nulla fino a trovare un sito che sembra grande su metà della montagna , sembra che siete molto ben Partnach Alm , perdere mezz’ora cercando di trovare il proprietario , ma a quanto pare è venuto a prendere il giro , facendo buio e abbiamo deciso di andare giù a Garmisch che è abbastanza vicino anche verso il basso , non sapendo che è in procinto di essere un disastro .
La prima caduta è lieve , ma è sempre più a destra oltre il venti per cento con il cemento asfalto e per fortuna non molto buona . Un membro del freno anteriore è fuori e non c’è modo di fermare la moto con il freno posteriore , rallentando con i piedi per terra e fuori controllo di fronte alla mia impotenza , perdendo gradualmente la velocità sembra il freno a disco posteriore è molto rossa , ha finalmente smettere . Abbiamo recuperato dallo shock e il partner è lasciato altra scelta che scendere le rampe più giusto . Finalmente arriviamo a Garmisch , dove inserire il prossimo concorso immersioni trampolino di lancio per rendere il nuovo anno è davvero molto alto , mentre cerchiamo alloggio all’imbrunire e non abbiamo altra scelta, ma è finito in un complesso che sarà essere un po ‘ costoso, ma buona festa . Otterremo una pizza con una buona birra e sedersi per la giornata. Ho un ottimo senso dei luoghi e dei paesaggi di cui godiamo oggi .

Terzo stadio . Garmisch- Imst
Otteniamo un bel sole , prendiamo alloggio atiborronar per noi per la prima colazione , abbiamo lasciato molto pieno ventre . Proprio accanto alla sistemazione è una tenda piena di talleret Feltri bici , cogliere l’occasione per chiedere se siamo in grado di riparare i freni della moto , ma non può . Noi andiamo in giro e mi chiedevo se c’è qualche negozio o negozio di bici a fare la riparazione , ma essendo Domenica tutto è chiuso , finché alla fine, abbiamo trovato una bicicletta superaficionat tipo e ha una abbastanza grande negozio dove si può riparare è il Bikecenter Garmisch- Partenkirchen . La riparazione è complicata , dobbiamo cambiare dischi e collari di riparazione e sistema idraulico. Speriamo , prenderemo una birra , chiacchierato con la gente , troviamo alcuni ragazzi di ingegneri Barcellona che lavorano in Germania e ci sediamo per un po ‘ , ancora in attesa per il meccanico fa tutto il possibile per far avanzare il lavoro, ma la questione è difficile . Infine abbiamo la moto per le due del pomeriggio e iniziare a pedalare .
Lasciando Garmisch vicino alla ferrovia leggera pendenza in un grande prato circondato da una salita fino quella salita che porta al Eibsee lago circondato da montagne , ad alta resistenza e robusto , pieno di persone che danno il tour , la balneazione e godersi la natura . Questo lago è enorme , ci rivolgiamo mentre godendo la vista , facciamo un panino e andiamo su una pista anche abbastanza giusto . Lasciate terreno in tedesco in Austria , ha cominciato a cadere , la pista è buona e diventa asfalto era tardi e non possiamo divertire molto, ma non può smettere di prendere le immagini , i panorami sono ancora spettacolare. Più avanti troveremo alcuni sentieri che ci portano attraverso i boschi , i laghi e la forza insieme diritti . Continuare verso il basso fino a raggiungere Imst , abbiamo mantenuto l’ostello Romedihof posto backpaker , siamo quasi buio , la maggior parte delle persone qui fidano l’uno dell’altro e abbiamo trovato un cartello con il nostro nome sulla porta della nostra camera e una nota dicendo che abbiamo lasciato i soldi in un post mailbox . E ‘ tardi e non abbiamo il tempo di cambiare noi , prenderemo un hamburger gigante che si rivela essere una buona birra e un paio di chilometri dal ostello prima di lasciare buio abbiamo messo le luci di nuovo al ostello che facevamo la doccia , abbiamo il letto e il sonno . E ‘stata una giornata di viste spettacolari .

Quarta tappa . Imst- Ebene .
In ostello si sente già in subbuglio mattina , andiamo a est , e come al solito , i servizi igienici e le docce comuni sono pieni di gente , una lavata là fuori, un altro là , un continuum di traffico persone , piegare i fogli , portiamo il bucato , abbiamo la prima colazione in cucina , caricare Sarra e siamo pronti per iniziare la giornata .
Partendo da Imst una leggera pendenza , e c’è una fermata eccellente per comprare il cibo per il pranzo , non una manciata di chilometri del fiume Inn , la strada è ben condizionato al ciclismo come un percorso ciclo passaggi provenienti dalla Germania troviamo molti ciclisti fino ad arrivare a Landeck un breve ristoro a mangiare delle pesche e iniziare subito.
Arrivando a Tobadill prepariamo panini con l’acquisto di super fuori della città vi aspetta un percorso abbastanza di destra con molte cascate e cicli lenti. Il calo è ancora più giusto Trial impossibile da fare a piedi, è stata una grande pista e ci siamo fermati a fare foto . Eventualmente portare a Gries , la gente fare il bagno in piscina , lago , siamo passati davanti ad un curioso tronchi scultura non riescono a fare il loro lavoro , attraversare la valle e proseguire lungo il lato opposto , e il fiume un up costante e giù.
Come scuro e iniziare a trovare un alloggio , arrivare a vedere molti Ebenne locale chiuso, anche guardando trovare Apart-Wel . Altamente raccomandato . Sandra ci serve molto gentilmente , abbiamo preparato le stanze e ci si lava i vestiti , ceneremo al fronte , sembra che ci sono un certo tipo di accordo , facciamo una cena molto buona a prezzi ragionevoli con una buona dose birra. Tornate alla stanza dove troviamo abiti puliti e il sonno . Oggi abbiamo anche il risultato di un periodo di opinioni.

Quinta tappa . Ebene – Rifugio Sesvenna .
Dopo un’abbondante colazione nello stesso ristorante dove ceniamo , rimaniamo palco memore di ciò che facciamo , che si prevede dura salita molto elevato e ci auguriamo di poter godere dei dintorni .
Lasciando seguenti valle raggiungere Ischgl , ci fermiamo e andiamo al supermercato ci costa fino a trovare il sentiero che risale la pista di montagna , la pista è quasi impossibile ottenere proprio sopra rampe che facilmente superano il venti per cento . Fortunatamente il tratto e appiattito , su una strada lastricata che alla fine si trasforma in una pista . Vicino alla pista sono la prima neve delle ultime neve disgelo invernale è continuamente attraversata da ruscelli metà della pista fino a raggiungere il rifugio di Heidelberg .
La salita dal collo in Val Fenga rifugio dovrebbe essere quasi tutto a piedi e la borsa sulla schiena, è piuttosto una salita dura , ma il panorama intorno a noi sono state andando senza rendersene conto . Anche se John mi ha dato una mano preziosa nello svolgimento del Sarria hanno tardato a raggiungere la cima in modo da smettere di fare fotografie . Previsto per muoversi più velocemente sulla strada verso il basso , ma non può essere il percorso verso il basso e le sezioni giuste è anche necessario farlo camminare .
Griosh smettere di farci panini e proseguire lungo la valle Uina , passare il paese Ramosh VAN e il punto più basso . Anche se è stato deciso di caricare foto tardi così la seconda porta , anche molto lungo . Le cose iniziano ben circondato da campi verdi di erba , ma la salita è sempre complicato a destra e ci dicono sopra trovare una casa per la notte , si arriva a chiamare un pastore e dice che questo non è un alloggio , seguire un sentiero su un canyon tra impossibili e scavato , tunnel e cavi d’acciaio per tenere su, andiamo su un ambiente cascata , una meraviglia non abbiamo molto tempo per godere così facendo buio . Stiamo già valutando la possibilità di cercare un rifugio o bivacco nella notte . Infine , la terra appiattisce e può muoversi più velocemente . Siamo arrivati ​​al rifugio quando è forza quasi buio è pieno di escursionisti , alloggio e ci fanno prendere una pentola di maccheroni impressionante , forse il pensiero che ci ritroveremmo , ma si sbagliavano , la padella era praticamente pulita . Come boccali di birra .
E ‘stata una giornata molto dura , con tre mila metri di accumulato più di dodici ore di cammino lungo tempo e si divertono a guardare e fotografare gran parte del paesaggio . Ma ne valeva la pena tutto lo sforzo , una delle migliori tappe di alta montagna . La curiosità è che abbiamo fatto colazione in Austria , Svizzera e mangiare la cena in Italia .

Sesta tappa . Rifugio Sesvenna Arnoga – di Sotto .
Lasciando il rifugio alimentato bene , e abbiamo fatto una revisione dei monti . La giornata è chiara e ci aspettiamo molto in basso a destra si affaccia su una splendida cascata , la velocità è di raffreddare rapidamente fermandosi di tanto in tanto per scattare una foto , la pista diventa asfaltata e ancora guadagnare più velocità vediamo l’immensa valle Venosta e arrivati ​​alla conclusione dove ci siamo fermati a comprare Super . Seguire la valle con un sacco di calore e di nuovo in Svizzera , questa volta su strada per le guardie . Abbiamo chiacchierato con un vicino di casa che garantisce bel tempo per la giornata di oggi . Salire leggermente fino a raggiungere Santa Maria Val Müstair, l’ascesa di nuovo a destra in realtà , le prime rampe sono molto forti per andare ammorbidire gli ultimi chilometri . Infine , croce Radond collo , abbiamo trovato un gruppo di ciclisti che anche aveva visto il giorno prima e Steffi , che non so esattamente come si chiamava ma aveva una somiglianza con Steffi Graf ed era molto forte . Breve riposo sul collo , una vista mozzafiato sulle montagne e continuano a Stelvio valle Mora , circondata da mucche che pascolano e lasciano strada piena anello di evitarmi . Abbiamo trovato una fonte , rimontare la fermata e noi preparare il pranzo nel frattempo ha raggiunto un piccolo gruppetto che non ha evitato e devono schivare le biciclette e si lava nella fontana .
Dopo il pranzo si prosegue lungo la valle morbido trivi una traccia diventa sentiero , il cielo minacciava pioggia , e nonostante sia un percorso molto pericoloso burrone inclusiva , iniziare a correre in fretta . Infine cadere quattro gocce , molto grande, e lasciare la tempesta dietro . Troviamo la lingua di un flusso di ghiaccio che attraversa la strada , si vede buchi dove l’acqua fino al fondo del torrente deve essere estremamente attenti e croce la lingua di ghiaccio alla volta per evitare un eccessiva concentrazione di peso e abbiamo finito al fondo del torrente . Infine lasciarsi alle spalle il passaggio della Valle di Mora , di nuovo in terra italiana tra torrenti e ghiaioni siamo in una laghi piane di San Giacomo e di cancan , due immensamente grandi dighe , dove l’acqua viene crash e molto. Su una stretta strada di montagna con piccole gallerie scavate nella roccia e molto tortuosa verso il basso , noi avvertiamo di non andare dove le strade hanno una traccia curiosità sulla destra che porta a tutta la pianificazione Arnoga di Sotto . Trova un alloggio Albergo Ristorante Viola , non qualsiasi cosa da un altro mondo , ma ci sono una madre e figlia, che ci tratta bene , stiamo avendo cena con lui e ci danno una camera con una splendida vista un ghiacciaio , si perde un po ‘di buona birra e il sonno.
Nella seconda metà del palcoscenico , nonostante la ripida salita che abbiamo visto il risultato del grosso della Stelvio che colava numerose cascate , i cicli hanno molti chilometri oltre duemila metri e ha fatto abbastanza fresco .

Settima tappa . Arnoga – Ponte di Legno di Sotto .
Sono le nove del mattino e siamo pronti a partire, abbiamo avuto una buona colazione , si considera il ghiacciaio dello Stelvio e iniziare a salire dolcemente . Ho anche avuto il tempo di scaldare le gambe che sorge alta corte seriamente, testa collo Verba , la pista è molto rocciosa e di tanto in tanto mi arriva a spingere la bici . In meno di due ore siamo al collo 2300 mt . , Ha cominciato a cadere , e poi una tormenta di neve invade ancora in pista e ci devia nella lunga discesa a valle circondata da montagne Grosina , abbiamo trovato un villaggio curioso , Eita , che ancora rendono il funzionamento di un generatore con gli anziani seduti sulla panchina a guardare noi passiamo , lavoro a maglia e passare il tempo in strada mentre i bovini pascolano nel prato . Continuate scendendo da un ambiente spettacolare . Veniamo a Grosio .
Ora tocca al mitico Mortirolo , l’esperienza di Giovanni suggerisce un buon pasto e così facciamo , comprare un negozio di quattro sciocchezze con tutti fuori e chiedere dove si può mangiare . Un nonno molto italiano con noi per un paio di giri fino a poco vicoli impossibili da trovare . Abbiamo inviato un buon posto , si mangia un campionato ad un ottimo prezzo .
Abbiamo iniziato a scalare le 14 miglia . a 1100 mt . verticale con molto caldo durante il tentativo di digerire il pranzo , la salita è tutta asfaltata e dimensioni salire finalmente cambiando primi rinfresca , nuvolots sono buoni, sempre più nero , e quando ci sono quattro chilometri llampegar noi giù una tempesta . Raccogliamo l’ impermeabile rilassa veloce e tenere il passo , ora è piuttosto freddo . Abbiamo raggiunto il passo, buon cibo e ha funzionato piuttosto bene andato, abbiamo le foto commemorative , e cominciare a pagare giù metà congelato nel primo bar che abbiamo trovato. Siamo tornati con una buona cioccolata calda , si spera a circa un’ora di attesa per la pioggia alla fine e noi continuiamo a scendere il pozzo avvolto .
Siamo arrivati ​​nel tardo autunno e ci fermeremo in una strada con traffico pesante , ho lasciato cadere un sacco , la valle è molto chiuso e gps sembra essere impazzito , salite tutti sino- Xano in diversi villaggi di Ponte di Legno . Ci siamo fermati in un posto ai margini della città, l’hotel Maniero , mi raccomando non mai si ferma qui . E ‘ abbastanza buono, la festa e la birra anche, ma il prezzo sarà concordato con la ragazza di fronte non ha nulla a che vedere con la fortuna che si finisce per pagare per me era tim , tutto il tim croci .
Nel complesso è stato un momento molto bello, paesaggi fantastici e di tutti i giorni , forse abbiamo una massa di asfalto, ma abbiamo attraversato il passare del mitico Mortirolo e hanno mangiato difficile .

Ottava tappa . Ponte di Legno – Madonna di Campiglio
Abbiamo lasciato molto scontenti della tim dell’albergo, proseguire lungo la strada, una strada traffico difficile proprio ragione , funziona il traffico per fortuna tagliare e può pedalare un buon tempo senza che ci spinge l’auto, il cielo è leggermente coperto una sorta di pioggia mostro scende raggiungere il Tonale collo , abbastanza fresco e ci circondano . Questo collare è un genere di persone di stagione partono da numerosi impianti di risalita , c’è un atmosfera da resort con vista spettacolare di ghiacciai .
Nel villaggio abbiamo passato una pista spettacolare giù e prendere giù a tutta velocità , è una frenesia finché il GPS Watcher e non vediamo il piano che seguiamo . Urla Facciamo allarme con James , controllo freni , e si scopre che il brivido della discesa abbiamo approvato una strada dove la strada entra nel bosco . Abbiamo deciso di tornare giù due chilometri più e siamo entrati la pista giusta . È valsa la pena , siamo scesi in un verde bosco e molto bagnata abete e felce , perdere rapidamente quota con una serie di tornanti .
Bordo su una strada , troveremo tutti i villaggi con negozi chiusi , per fortuna Ossana per trovare un bar con un negozio vicino a dove noi vendiamo alcune carni per fare panini per il pranzo. Con bisacce piene di persone continuano a pagare per parcheggiare dove Pellizanno piazza del paese , dove i bambini giocano . Ci sono alcune buone tavole che sono perfetti per preparare i panini . Una volta terminato il download consigli per Dimaro .
A questo punto abbiamo preso una lunga salita binario giusto , pieno di colpi di scena , si sale molto rapidamente Val Meledrio nei pressi del torrente è pieno d’acqua e viene utilizzato per muovere i mulini a vento nei loro salti. Va detto che l’aumento è molto divertente , cunicoli trasversali scavate nella roccia , l’ambiente è molto varia finché all’improvviso , nel bel mezzo di una lacuna nella vegetazione , ci sono le Dolomiti . L’immagine sta cambiando , come andiamo su e siamo rimasti incantati con rocce scolpite dalla natura. Finalmente arriviamo al punto in cui siamo Genziana collo un personaggio che , parlando come uno che non lo vuole , ci consiglia di dormire a Madonna di Campiglio . Anche parlando come uno che non vuole che si avvia in qualcosa che si rivela essere la madre è il proprietario dell’hotel . Il ragazzo ha spiegato molto bene e sembra legit , controllare prima di prendere qualsiasi passo, come abbiamo imparato la lezione .
Continua nel mezzo di campi e un campo da golf , è entrato nella stazione sciistica e quando ci rendiamo conto che siamo nel mezzo di una delle tracce che lasciamo l’ingresso di Madonna di Campiglio . Riceviamo e tutto è molto pulito e ordinato , le persone molto pulito e ordinato , tutto è impeccabile . Abbiamo deciso di trovare la sistemazione che abbiamo consigliato e questa volta abbiamo detto sì abbiamo incontrato , l’ Alpen Hotel Vidi c’è un ottimo rapporto qualità-prezzo . Ma siamo rimasti sorpresi ; Potolo dell’alloggio precedente eravamo tornare identità di James . Dobbiamo anche dire che dopo aver ripetutamente chiesto di esso, hanno preso due mesi per restituirlo per posta .
Il ragazzo in hotel deve essere abbastanza intelligente, come noi, hanno scoperto che altri ciclisti hanno anche venire all’hotel . Prendiamo una buona doccia , buona birra , un buon pasto e finiscono per fare una passeggiata intorno alla città prima di andare a dormire .
Era un periodo di contrasti , prima strada avorridot con un tempo grigio e nuvoloso , che cambia totalmente il Passo di Tonale , dove si traccia con un sacco di verde , e abbiamo finito con un aumento molto divertente e sole, mentre le Dolomiti sono apparsi fascino , come la città in cui abbiamo deciso di porre fine tappa .

Nona tappa . Madonna di Campiglio , Ponte Caffaro .
Abbiamo lasciato le punte alberghiere come la maggior parte dei giorni , abbiamo visto le Dolomiti , Madonna di Campiglio incrociate sul suo lago ricreativo , abbastanza fresco e immettere un percorso nel bosco , seguire un sentiero che porta a molto rotto visitare la spettacolare cascata di Sotto, mi basta andare giù al bivio e prendere il sentiero che sale a destra per forzare Valagola riparo. Vi è un affascinante molto grande e stabile sul lago Valagola . Da questo punto dobbiamo fare un passo fino al midollo , un modo che diventa sentiero molto a destra e dovrebbe essere abolita . Ancora una volta dobbiamo ringraziare l’aiuto di John , che ogni tanto mi carreteja una bisaccia , non troppo pesante e arriverà presto a passare, vista spettacolare sulla splendida ghiacciaio dell’Adamello , toccare il bordo campana di rigore Cappella e proseguire lungo un sentiero che presto si trasforma in una pista , c’è un gruppo di i bambini con una pista canarino ragazza diventa asfaltata e scendere sempre di più e più calore verso il basso . La pendenza è sempre molto veloce per arrivare al fondo della valle . Sembra che ho cambiato versante , ora i flussi verso il basso molto caldo e secco , ancora accanto al ruscello e le corsie della bici della strada di Tione di Trento , dove ci siamo fermati per il super avituallar noi. Abbiamo preso un sentiero che conduce in salita al Giuga , piccolo villaggio dove ci fermiamo il bucato e preparare panini . Ancora facendo un sacco di calore . Lasciamo raffreddare le bevande alla fonte , e una volta ben nutriti , ci accingiamo a tracciare gonna mentre alcuni villaggi alla fine vanno giù un po ‘ e tornare a una pista ciclabile vicino alla strada, attraverso l’ area ricreativa dove C’è la Cascade Fontana di Santa , seguire corsia molto veloce, il più giovane di noi lepre , e presto siamo a Lago d’Idro , abbiamo dovuto ullat alloggio , ingresso al ponte dove abbiamo dovuto attraversare questa rotta e non possono essere incrociati con lui che dobbiamo tornare indietro di alcuni chilometri indietro , trovare un altro ponte e andare alla sistemazione . Dicono che tutto è pieno , non ci siamo caduti in quel fine settimana e questo è molto turistica , la ragazza dice che non vede l’attenzione difficile , prova a cercare qualcosa al telefono , ma non andiamo fuori alla fine chiedere aiuto di fronte alla ragazza e Pescatore , anche se costa molto per trovare un posto , finalmente abbiamo alloggio . La Moia molto cordiale e abbiamo anche fatto un piano di come raggiungere l’hotel Lodrone Ponte Caffaro . Declino pochi chilometri raggiungiamo la nostra destinazione . Un buon albergo , prima di tutto negoziare il prezzo per non trovarci una sorpresa , e una volta dentro , usate per andare alla sauna , bagno turco , piscina, ho preso un relax totale. Facciamo una buona cena con buone birre e andiamo a letto pensando che domani sarà l’ultima tappa del viaggio . I giorni sono volati .
La fase iniziata alle Brenta altezza paesaggio dolomitico , passo fino all’osso con vista su ghiacciai e finito ultimo a livello del pavimento , con il caldo e il terreno arido . Sembra che ci stiamo avvicinando al completamento e attraversa le tappe alpine sono finiti.

Decima tappa . Ponte Caffaro -da Garda Desenzano .
Abbiamo raggiunto l’ultimo stadio , ci siamo svegliati e condividiamo l’ ultima colazione del percorso , ci prepariamo bene e usciamo preparati a uno stadio che sarà lunga e difficile . Croce Ponte Caffaro e la testa sulla strada Bondone è una salita asfaltata tutto , a questo punto ci si discosta dal percorso originale delle Alpi Trans da poco a nord del Lago di Garda e si finisce nel sud.
Prendiamo un brano che diventa ben presto ragione e io sono e lo smontaggio di una sezione di distanza . Da tempo per pianificare e non hanno visto l’immenso lago d’Idro e la sua valle , infatti stiamo liquidazione della montagna che domina il lago per ore. Improvvisamente la pista diventa un sentiero è piuttosto rocciosa dell pe Parco Alto Garda Bresciano , ci conduce lungo un sentiero che porta a Moema e quindi a Capovalle strada dove si mangia una buona base per un buona pasta .
Pranzo a salire stragiudiziale ultima lunga salita del viaggio in tribunale , comodo e buono fino a quando iniziano ad alzarsi con ciò che pensiamo sarà una tappa veloce , ma no.
In percorsi curiosità prendere meno fresato pista che conduce a un percorso , un percorso che ci rende molto bello, ma spinta molto lento gioca occasionalmente e non ha visto la fine , ci siamo stati per molto tempo di andare un corso dove troviamo rifugio abbonda Sima . Ci sono due persone che guardano a Desenzano giù veloce , ma ci dicono un indizio che non vogliamo andare in chiaro e sicuro per lui di continuare sul sentiero principale è tutto giù , prendiamo rotta di collo per Toscolano sul Lago di Garda , siamo molto entusiasti di vedere il Lago di Garda , per la prima volta, abbiamo le foto di rigore ed ora strada verso la destinazione finale , il traffico è stretto e ci sono molti chilometri di coda noi e ci muoviamo le nostre auto in mezzo alla strada e attraversare le località di villeggiatura . Ci siamo fermati a comprare un po ‘ da portare a casa e da bere, basta bere abbastanza delle mie bisacce , aumentando il peso della sella notevolmente . Siamo arrivati ​​abbastanza tardi a Desenzano da Garda , l’ auto in attesa per noi tornare . Dovrà aspettare un po ‘ perché il materiale una volta scaricato ci prenderemo un bagno gratificante Lago di Garda.
Anche se alla fine della giornata è stato fatto bene richiede tempo e abbiamo deciso di prendere la macchina e ha cominciato il viaggio di ritorno , abbiamo addentare un hamburger e smettere di dormire in un hotel lungo la strada .
Abbiamo bilanciare il viaggio e partire molto soddisfatto , il tempo ha rispettato , dobbiamo cambiare i freni , ma è stato esaminato prima della partenza , e far scattare un vettore ma per il resto non una foratura o di qualsiasi ostacolo. E ‘stata un’esperienza difficile ma possibile . Le viste stessi sono stati guadagnati .

Anuncis
Aquesta entrada s'ha publicat en Trans Alps i etiquetada amb , . Afegiu a les adreces d'interès l'enllaç permanent.

Deixa un comentari

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

Esteu comentant fent servir el compte WordPress.com. Log Out / Canvia )

Twitter picture

Esteu comentant fent servir el compte Twitter. Log Out / Canvia )

Facebook photo

Esteu comentant fent servir el compte Facebook. Log Out / Canvia )

Google+ photo

Esteu comentant fent servir el compte Google+. Log Out / Canvia )

Connecting to %s